Terapie fisiche > Ipertermia

Sono onde elettromagnetiche ad alta frequenza che generano nei tessuti profondi temperature tra i 41° e i 45°, e si dosano a seconda degli obiettivi terapeutici. Il calore trasmesso dall'esterno non penetra in profondità, le microonde invece attraversano il tessuto prevalentemente muscolare, all'interno del quale l'energia elettromagnetica si trasforma in calore. L'azione del calore generato dall'Ipertermia sui tessuti provoca vasodilatazione e accellerazione della circolazione sanguigna, con un più attivo rilascio di sostanze necessarie per i processi riparativi e una più rapida eliminazione delle sostanze tossiche e di scorie, riduce gli edemi,
stimola il metabolismo cellulare accelerando la riparazione del tessuto danneggiato,attenua il dolore innalzandone la soglia per azione diretta sulle terminazioni nervose e indiretta stimolando la produzione di endorfine,aumenta l'elasticità delle fibre collagene di tendini, capsule articolari, cicatrici,riduce gli spasmi muscolari e la rigidità articolare.
Qualunque patologia va affrontata, dal punto di vista riabilitativo, sempre globalmente in quanto il corpo umano non è fatto a compartimenti stagni, ma per ogni movimento che effettuiamo vengono coinvolti numerosi muscoli e distretti del corpo. Ad esempio alzando un braccio attiviamo una catena cinetica che secondo una precisa sequenza coinvolge oltre ai muscoli della spalla, della scapola e del braccio stesso, anche molti muscoli della colonna e addirittura i glutei. E' quindi fondamentale, per ottenere un risultato riabilitativo ottimale e duraturo, avere un approccio globale che corregga anche i compensi posturali che si innescano come conseguenza naturale di qualunque patologia.
pic